top of page
Cerca
  • resinadibosco

l'uomo e' il principe della natura

VERDE SPERANZA Gli esseri illuminati sono coloro che riescono a vedere il futuro prima che accada.
Fra questi credo che ognuno di noi riconosca in Karol Wojtyla un grande illuminato ed un grande saggio.
Nel lontano novembre del 1994, fu lui ad inaugurare nell'Aula del Sinodo l'apertura della SESTA ASSEMBLEA MONDIALE DELLA "CONFERENZA MONDIALE SU RELIGIONE E PACE"

Cari amici , disse in quell'occasione Papa Giovanni Paolo II, "Sono lieto di accogliere i partecipanti alla Conferenza Mondiale su Religione e Pace in occasione dell'apertura della vostra Sesta Assemblea Mondiale, che proseguirà poi a Riva del Garda. Seguo con interesse i vostri sforzi per lavorare insieme per la pace in modi adatti a uomini e donne di profonde convinzioni religiose. Ringrazio il Reverendo Nikkyo Niwano per le sue gentili osservazioni sui rapporti tra la Santa Sede e la vostra Organizzazione sin dai suoi inizi. Quando ho salutato i membri del vostro Consiglio Internazionale ho parlato della necessità per le religioni del mondo di impegnarsi in un dialogo di comprensione reciproca e di pace sulla base dei valori che condividono. Questi valori non sono solo umanitari o umanistici, ma appartengono all'ambito delle verità più profonde che riguardano la vita dell'uomo in questo mondo." Direi veramente profetico...


A Riva del Garda, pochi giorni dopo, seguendo la Conferenza di Pace come inviato della rivista Natura è Salute, ebbi la possibilità di intervistare il Reverendo Nikkyo Niwano. Fu estremamente interessante, ma quello che mi sorprese e che in misura davvero inconsueta mi ha girato per la mente per tanti anni è che quando gli chiesi cosa pensasse del rapporto fra l'Uomo e la Natura mi rispose senza esitazione: "l'Uomo è il Principe della Natura":


una visione olistica e non antropocentrica .



Rimasi sinceramente sorpreso. All'epoca pensavo che la frase fosse riduttiva in funzione di noi umani. Ma le sue parole continuarono a girare nella mia mente come mi dovessero svelare qualche cosa di superiore.


infatti la natura e le piante sono superiori


Oggi, dopo tanti anni, molti dei quali passati in campagna e nei boschi assieme alle piante ho capito (penso) tutto il superiore valore di quella frase e del suo straordinario messaggio di verità e pace. Fintanto che noi umani ci riterremo superiori a Piante e Natura ci arrogheremo anche il diritto a dominarle... con le conseguenze che vediamo.

In campagna e nei boschi il lavoro più grande non lo fa l'Uomo, lo fanno il tempo e la biodiversità.

Nessuno è Re e nessuno possiede nulla.


71 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page